Eventi

Annuale Mensile Settimanale Giornaliero Lista
Ottobre 2022

Le iscrizioni di palazzo Bocchi e l’Accademia Hermathena. Il dialogo interreligioso ieri ed oggi

Questo primo evento, su Palazzo Bocchi, apre il ciclo di incontri, con visite collegate, su Bologna quasi segreta, e ha lo scopo di mettere in luce le sfaccettature della città. Il primo incontro parte dalle iscrizioni tracciate sulle facciate di Palazzo Bocchi, palazzo rinascimentale opera del Vignola; le iscrizioni, in ebraico ed in latino, costituiscono lo spunto per ripercorrere una esperienza storica del tutto particolare, dalla quale trarre indicazioni per creare, oggi, le occasioni per un fecondo dialogo interreligioso. Nell’incontro e nella visita conseguente ci accompagneranno studiosi che hanno eseguito accurate ricerche sull’opera architettonica e su ciò che si svolgeva al suo interno. Il secondo evento riguarda le acque nascoste; i bolognesi, abitanti di una città che non è attraversata da alcun fiume (ma abituati “a dicer sipa tra Savena e Reno”. come dice Dante nel XVIII canto dell’Inferno), hanno imparato nel tempo a “catturare” le acque dai due fiumi che la contornano ed a ricavare da esse l’energia necessaria al suo sviluppo; ma queste acque non sono solo i canali di Reno e Savena, bensì costituiscono una fittissima rete di torrenti, canali, chiaviche e battocchi, in gran parte (oggi) sotterranei e sconosciuti ai più; all’incontro, nel quale verrà illustrata questa rete e come si è andata formando e modificando nel tempo, seguirà una visita alla chiesa del Crocifisso, costruita esattamente sul corso del torrente Aposa, ed una visita all’Opificio delle Acque, sede del Consorzio dei Canali di Reno e Savena, dove sono conservate macchine idrauliche e documenti storici di raro interesse. Il terzo tema rivela un’anticipazione addirittura di 400 -700 anni delle moderne modalità produttive. A Bologna già nel trecento si pratica un’organizzazione del lavoro, che anticipa sia la struttura industriale connessa nel 18esimo secolo alla macchina a vapore, sia lo smart-working tipico dei giorni nostri. Il mulino da seta, con l’ausilio dei vari canali e corsi d’acqua che si diramavano come il sangue nelle vene per tutta la la città, fece si che ogni singola abitazione divenisse unità produttiva parte dello stesso sistema industriale. Il quarto tema tratta di monumenti invisibili, cioè di quelle opere monumentali non più visibili perché a suo tempo scomparse, il più delle volte per opera dell’uomo. Come esempi a Bologna abbiamo la cinta muraria dei viali di circonvallazione, quasi totalmente abbattuta ai primi del ‘900. Ma abbiamo anche le torri Artemisia e Riccadonna, abbattute per fare posto agli edifici moderni di via Rizzoli. Su questa vicenda nacque a Bologna (e in sede nazionale) un acceso dibattito, al quale tra l’altro partecipò attivamente Rubbiani, contrario all’abbattimento. Carlo Musi dedicò alla vicenda una canzone in dialetto bolognese, che ci ripromettiamo di fare rivivere. ...
09 Ott
10:00 - 11:30
Salone Bolognini - Convento San Domenico
piazza di San Domenico, 13 Bologna

“Fatti non foste…” Evoluzione tra scienza, ideologia e fede

La scienza ha indagato ed indaga sulle origini dell’uomo con i suoi metodi rigorosi e i suoi strumenti sempre più sofisticati, per individuare il “momento” della sua comparsa sulla Terra e i segni caratteristici che ha lasciato nella sua preistoria. La filosofia della scienza ha avanzato e avanza diverse interpretazioni e spiegazioni sui dati forniti dalle ricerche scientifiche, mettendole in relazione con le proprie concezioni della natura umana, dei suoi legami e delle sue differenziazioni con le altre specie viventi. La fede ebraico-cristiana, infine, legge le origini e la natura dell’uomo alla luce dei suoi rapporti originari con Dio, attraverso le forme letterarie che ci sono state tramandate dalla Sacra Scrittura. Il confronto tra queste discipline ha sempre suscitato svariati problemi, ha dato vita a lunghe e impegnative controversie, ha portato a posizioni che rimangono in parte ancora aperte: il processo evolutivo avviene in modo casuale o finalistico? Il processo dell’ominizzazione è avvenuto in continuità o in discontinuità con gli altri fenomeni evolutivi? Quali spazi ci sono, dal punto di vista scientifico, per le teorie cristiane della creazione, della monogenesi e del peccato originale? A queste e ad altre domande che vengono avanzate in questo confronto risponderanno Mons. Fiorenzo Facchi- ni, professore emerito di antropologia, che è tra i più noti paleontropologi dell’Università di Bologna, il prof. Giuliano Pancaldi, professore di filosofia della scienza, sempre della nostra Università e il giornalista dell’Avvenire Francesco Ognibene ...
18 Ott
21:00 - 22:30
Salone Bolognini - Convento San Domenico
piazza di San Domenico, 13 Bologna
Nessun evento trovato!